Papercraft designer, i miei sogni di carta

il
Veronica Reitano
Veronica Reitano

Reinventarsi da zero; trovare nuove nicchie di mercato per ricostruire il futuro; leggere tra le righe della modernità per fiutare spazi ancora inespressi. Protagonista di questa storia che parla di rivincita professionale e di riconquista del presente, è la carta. Sì, la carta, con le molteplici forme che solo il design – unito all’arte manuale – può imprimere tra le sue trame. In questo grande foglio bianco, tutto da scrivere e riempire, Veronica Reitano, catanese di 30 anni, ha iniziato a intagliare sogni, cesellare desideri, abbozzare una nuova vita. Lei il mestiere se l’è inventato: si chiama “Papercraft designer”, è una vera e propria creatrice artigianale, che alla fantasia unisce precisione e grande esperienza. Da passatempo a lavoro, com’è avvenuto il passaggio? «Ho lavorato diversi anni per Wind Jet – racconta Veronica – poi, com’è noto a tutti, il vuoto professionale. Sono riuscita a trovare un impiego per qualche mese in un negozio di abbigliamento, ma anche in quel caso, il lavoro ha lasciato il passo alla crisi». Ecco che arriva la fase del malessere, dell’invio multiplo di curricula lasciati a galleggiare nel web, della sfiducia legata alla paura di non trovare varchi per inserire la propria professionalità al servizio del commercio. «Così due anni fa, contestualmente alle difficoltà che stavano attraversando anche i miei con l’attività di famiglia – continua Reitano – mi sono rimboccata le maniche: dovevo costruire la mia storia con un’idea originale, con nuovo piglio imprenditoriale, senza l’aiuto di nessuno». Ecco che arriva lo slancio: «Volevo entrare nel settore dei miei genitori, fotografi matrimonialisti, con qualcosa di innovativo – continua la giovane – sfruttando le conoscenze di base (quelle laboratoriali e artigianali), la rete costruita negli anni e i macchinari già in nostro possesso».

Papercraft design
Papercraft design

E dopo un corso spinto di lingua inglese – per seguire i tutorial americani attraverso YouTube – e l’acquisto delle materie prime da fornitori stranieri, con un investimento minimo di mille euro, arrivano in men che non si dica le prime partecipazioni di nozze interamente incise e decorate a mano. Inviti, messali, tableau de mariage, scatole porta riso, guestbook e tutto ciò che può dar sfogo alla più fervida immaginazione, per impreziosire un evento. Una mania, quella del papercraft che parte da oltreoceano e che si alimenta dei format televisivi settoriali, che tengono incollate allo schermo le fanatiche dei dettagli e dei decori.

La Sicilia lavoro
La Sicilia lavoro

«L’anno scorso sono anche andata negli Usa – sottolinea Veronica – per comprare materiali nuovi e importare prodotti che qui non esistono, con l’obiettivo di realizzare creazioni uniche non presenti in commercio. Il mercato si sta aprendo e io credo di essere arrivata al momento giusto con l’idea giusta». Oggi che il lavoro è tanto da richiedere anche l’aiuto delle sapienti mani di mamma e papà, questa creativa catanese, è riuscita a costruire – semplicemente col passaparola – un network di clienti pronti a investire sulla sua manualità. Nasce così Répondez S’il Vous Plaît, che nel nome dell’amore coniugale sforna ogni giorno veri e propri capolavori di carta. “Non utilizzo prestampati – conclude la giovane catanese – tutto è frutto dello studio di nuove soluzioni di design, che vengono sperimentate prima di essere proposte ai clienti attraverso fiere di settore e gallery online”. Il bianco poetico della carta si tinge così dei colori della speranza e del buonumore. Forme in evoluzione per nuove dimensioni.
lavoro4

Assia La Rosa

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...