Da Mirabella Imbaccari lo schermo camaleontico alla conquista dei top brand

il

Team_EdisonwebNon è fantascienza,  né fervida immaginazione mista a finzione. Si chiama “marketing intelligente” e sta letteralmente rivoluzionando l’interazione tra gli uomini e le cose che gravitano intorno a noi. A sperimentarlo con successo è un siciliano che oggi è considerato uno dei cervelli più innovativi nel campo del “Digital signage”, la comunicazione che si avvale di megascreen e display interattivi.
Lui è Riccardo D’Angelo, originario di Mirabella Imbaccari, ha 46 anni, una laurea in Fisica, e ama definirsi “artigiano informatico“. Cresciuto a pane e programmazione, questo giovane visionario a 15 anni iniziava a creare animazioni con il suo Sinclair ZX81 e a sviluppare tecniche di compressione d’immagini (che un giorno qualcuno avrebbe chiamato Gif) col mitico Commodore 64, “che utilizzavo per la visualizzazione di slide show promozionali del negozio di mamma, dove ogni giorno piazzavo in vetrina la tv in bianco e nero della loro camera da letto”, racconta Riccardo ricordando un’infanzia fatta di test informatici che miravano a simulare esperienze di fisica e a manovrare mini robot.
“Poi tra un’ideale politico e la voglia di cambiare il presente – racconta Riccardo – da giovane mi ritrovai a ricoprire l’incarico di assessore all’informatizzazione. In tutti gli uffici campeggiavano solo macchine da scrivere: esisteva un solo pc, chiuso a chiave in una stanza. In poco tempo il Comune era cablato in rete: stipulai un contratto per l’installazione di una linea dati “veloce” a 64 Kbps e tutti i computer degli uffici erano connessi per la prima volta a Internet. Nel contempo feci installare 8 linee telefoniche in ingresso che collegate ad una batteria di modem, ci fecero realizzare uno dei primi Pop pubblici in Italia per l’accesso al web, offrendo il vantaggio a tutti i cittadini di poter navigare in tariffa urbana illimitata. Vedevo lampeggiare i led dei dati e fantasticavo con la mente, provando ad immaginare chi fosse connesso dall’altra parte, cosa stesse cercando, cosa stesse provando”. riccardo_dangelo
Oggi che è a capo di Edisonweb, azienda hi tech nata nel 1995 il cui direttore scientifico è Luca Naso – scienziato astrofisico presso il National astronomical observatories, chinese academy of sciences – quell’anima di sognatore non lo ha ancora abbandonato. Ed eccolo oggi, radicato nella sua Sicilia – tra quelle 5mila anime del suo paesino – a coltivare il sogno di “migliorare la vita dell’uomo e plasmare il futuro” con un team di 12 fisici, ingegneri e informatici di Catania – con precedenti esperienze a livello internazionale – che hanno deciso di condividere il suo più ambizioso progetto: “Web Signage”.
Si tratta di un programma che permette agli schermi pubblicitari o informativi di percepire automaticamente, nel rispetto dell’anonimato e della privacy, il profilo (sesso, età, area geografica, gradimento) di chi li sta guardando. Un sistema nato per selezionare i messaggi in base all’interlocutore, utilizzabile non solo nel marketing, ma anche come strumento orientativo e informativo in contesti di pubblica utilità.
Dopo la bolla speculativa di internet degli anni Novanta, le prime cadute, gli investimenti a perdere e i sacrifici per la sopravvivenza, la sua staffetta Catania–Milano ha ormai creato un solco tra i professionisti nostrani e i big dei servizi tecnologici. “Era il 2007 quando presi la decisione di fondare una startup 3.0. Avrei individuato un solo mercato di riferimento e un prodotto di punta, con il quale iniziare un percorso di crescita indipendente, per poi cercare l’espansione internazionale. L’ambito sarebbe stato quello del marketing digitale e di prossimità, della gestione e creazione di contenuti per display di Digital Signage. L’idea del negozio della mia mamma, realizzata con il TV portatile in bianco e nero, sarebbe rinata, dopo 25 anni. Ci buttammo a capofitto sul nuovo progetto, un anno, due anni, tre anni di sviluppo. Prima la versione in Italiano, poi in Inglese e quindi in Tedesco”.  Le sue tecnologie di analisi avanzata dei consumatori e delle dinamiche comportamentali per una comunicazione mirata e adattiva, oggi sono utilizzate per campagne pubblicitarie da brand nazionali e internazionali, come Nokia, Nivea, Ferrero, Comau, Avio, Mattel, in Italia e nel mondo. Tecnologie alla base di prodotti che hanno ottenuto riconoscimenti Nazionali ed Internazionali: “Best in Show” all’Italian Popai Award del 2012, “Popai Global Award 2013” a Chicago e “DIVA Display Italia Viscom Award” nel 2013.
Lo schermo camaleontico “Web Signage”, che sembra uscito dalla penna di Philip Dick, tramite particolari sensori biometrici, riconosce se ha davanti un ragazzo di vent’anni o una signora di cinquanta e reagisce di conseguenza. “Un comune denominatore del vivere moderno – sottolinea Riccardo – è il sentirsi bersagliati dagli spot pubblicitari. D’altro canto, è banale dirlo, la pubblicità è una risorsa fondamentale nell’economia di qualsiasi paese. Il problema allora può essere posto in modo diverso. Quanta della pubblicità a cui siamo soggetti contiene messaggi potenzialmente utili per noi?”.
Ecco perché è nata questa tecnologia che dopo una scansione real-time del consumatore multicanale, utilizza algoritmi in grado di comparare e verificare la distanza delle ossa facciali di tutte le etnie mondiali, l’età in corrispondenza della pelle e la mimica facciale.
Non è fantascienza,  né fervida immaginazione mista a finzione. È una start-up permanente, un’azienda in versione beta che ha già una sede estera a Stoccarda, continuamente in gioco, “che nel suo Dna mantiene lo stupore di un quindicenne, il coraggio di un ventenne, l’ambizione di un trentenne, la consapevolezza di un quarantenne”. Da un paesino della Sicilia sì, si può conquistare il mondo.
Assia La Rosa

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...