LadyLed, la creativa “illuminata”

ImmagineStilista dell’elettronica, artigiana della luce, light-designer o più semplicemente creativa “illuminata”: Marzia Paladino il suo soprannome l’ha scelto tempo fa ed è ormai noto in tutti gli ambienti dell’arte. Si firma “LadyLed” e dietro questa etichetta c’è un’idea originale quanto mai attuale: ideare, plasmare e brevettare oggetti a basso impatto ambientale attraverso circuiti Led.
“Oltre la luce”, un modo poco convenzionale per unire tecnologia ed ecologia, forme, colori, sensazioni ed emozioni. Srotoliamo il suo curriculum sul tavolo e nonostante la grande esperienza declinata nella partecipazione di mostre, eventi, iniziative culturali, lei non si scompone, ci racconta una vita dedicata all’arte con garbo, modestia, grande compostezza. Trascinandoci in un mondo fatato dove ogni punto-luce ha un significato, dove ogni “filo” è collegato a un messaggio.
“Oltre la luce”, un animo sensibile cresciuto tra i corpi illuminanti del negozio di papà (un’azienda di elettronica civile e industriale che le ha permesso di acquisire competenze tecniche), questa giovane catanese inizia il suo percorso umanistico orientato ai beni culturali, “nutrivo grande curiosità e mi trascinavo dentro quasi una nostalgia per qualcosa che non riuscivo a mettere a fuoco – spiega Marzia – la voglia di poter esprimere quelle sensazioni che fino ad ora erano prigioniere dentro di me”.
Poi un viaggio in Cina che le ha cambiato la vita: “Shanghai ed Hong Kong sono state una folgorazione: lo skyline di queste città è uno spettacolo meraviglioso di colori e forme che mutano lungo le pareti verticali dei grattacieli. Non potevo rimanere  impassibile al design futuristico, alle nuove frontiere dell’illuminotecnica”. Così inizia il suo percorso nel nome dell’hi tech intrecciato all’arte, nel rispetto della natura e del riciclo. Dall’home design alle installazioni scenografiche, dalla progettazione alla realizzazione di illuminazioni per le chiese all’invenzione di oggetti che vivono di luce riflessa, il comune denominatore di questa sensibilità a tratti gotica, a tratti fashion, è “led”quella parolina che consente di creare nuovi linguaggi ancora inesplorati: “Ciò che mi interessa è suscitare l’emozione dello stupore in chi osserva, come i bambini che guardano per la prima volta i fuochi d’ artificio”.
Una fantasia diventata lavoro, un gioco che incanta il pubblico, un sogno che ha preso forma in molteplici performance in giro per l’Italia e non solo. “La luce mi ha sempre affascinata – sottolinea Marzia – da Caravaggio che riusciva a renderla divina, agli impressionisti che la utilizzano per descrivere l’evoluzione del paesaggio, ai futuristi che scoprono ed esaltano la luce artificiale. Anche la fotografia ha una storia che parla di luce, ombre e sfumature, da Man Ray a Stieglitz, da Cindy Sherman a Edward Weston, da Giacomelli a Ghirri. Diciamo che ogni linguaggio riesce a suscitare in me stimoli che portano ad una continua ricerca. Con l’aumentare del mio impegno creativo nella realizzazione di nuovi progetti con applicazione di moderni Powerled e dei relativi sistemi di pilotaggio – continua LadyLed – ho ritenuto opportuno tutelare le mie creazioni con brevetti che proteggano i miei oggetti nell’idea e nella forma”. Vibrazioni visive che si trasformano in pezzi unici e personalizzati: nascono così “american pie”, shopper, pannelli in forex illuminati e tutta una serie di collezioni che dalla luce nascono e di luce vivono.
ImmagineL’obiettivo per il futuro? “Allestire uno spazio espositivo che porti la mia firma – conclude Marzia – dove la mia creatività possa esprimersi liberamente”. “Oltre la luce”, un interruttore che accende ogni giorno quella passione che può trasformarsi in professione. E che, unita all’arte, s’illumina d’immenso.
Assia La Rosa

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...