Sicanex, la moneta virtuale per le imprese in crisi

Immagine
Carlo Russo , il fondatore di Sicanex insieme ad Andrea Seminara

Un vero e proprio baratto di beni e servizi; uno scambio di professionalità attraverso una moneta complementare locale; uno strumento per le imprese che crea nuove relazioni attraverso un finanziamento reciproco a interessi zero. In tempi di crisi e di scarsa liquidità nasce Sicanex, la moneta virtuale con cui è possibile acquistare e vendere beni e servizi. L’idea arriva da due giovani catanesi – Andrea Seminara e Carlo Russo – che non hanno aspettato la riforma della Fornero per inventarsi un lavoro ingegnoso, per rilanciare l’economia attraverso un’idea innovativa, per provare a scardinare la crisi attraverso una storia imprenditoriale che mira al successo. Perché oggi – a loro avviso – il problema dello sviluppo non è legato alla produzione, alla mancanza di inventiva o di spirito imprenditoriale, ma alla scarsezza di disponibilità economica: così ecco che in soccorso di tutte quelle aziende locali che vogliono prosperare ed espandersi, arriva il primo circuito di credito commerciale della Sicilia, nato sulla base dell’esperienza di Sardex.net (modello sardo con 420 aziende associate che, nel 2011, hanno generato oltre un milione di transazioni) e su quelle internazionali (come il circuito Wir in Svizzera che oggi rappresenta una rete di 80mila aziende locali e il circuito Res in Belgio).​
«Il Sicanex.net – spiega Andrea Seminara,  35 anni, una laurea in Filosofia a Pisa e specializzazioni in marketing territoriale e comunicazione ambientale – vuole essere uno strumento a disposizione delle imprese locali per raggiungere gli obiettivi di competitività e efficienza, annullando costi e perdite. Si tratta di un sistema unico, ideato per permettere ad aziende e consumatori di effettuare acquisti e vendite senza l’utilizzo di denaro, con il duplice vantaggio di acquistare ciò di cui si ha bisogno e di vendere i beni e i servizi rimasti in magazzino. Tutto ciò attraverso l’utilizzo di una moneta complementare con cui potrete comperare tutto – pc, camere d’albergo, elettricista, corsi di lingua, vestiti, mobili – che fa del circuito un vero e proprio mercato, innovativo e sostenibile. In tal modo ciascuna impresa ha la possibilità di operare in un nuovo mercato, che si aggiunge a quello tradizionale, e di entrare in contatto con una molteplicità di aziende diverse tra loro».

Andrea Seminara
Andrea Seminara

Un esempio? Un’agenzia di comunicazione si iscrive al circuito e offre dei servizi che vengono quantificati in 300 Sicanex. Con questo budget l’agenzia decide di acquistare dei mobili per l’ufficio da un altro membro della rete, pagando con la moneta virtuale. Spenderà duecento Sicanex, che saranno guadagnati dal mobilificio che a sua volta li userà per fare altri acquisti nel circuito. In questo modo il sistema si autoalimenta e le aziende possono comprare ciò che serve senza usare euro con cui, invece, si potrà pagare l’iva allo Stato. Sicanex.net è, inoltre,  un sistema di credito commerciale: all’interno del circuito sono le imprese, infatti, a finanziarsi reciprocamente, senza la necessità di dover ricorrere alle banche. Il progetto, che verrà lanciato ufficialmente giorno 23 aprile nella sala delle Adunanze della Camera di Commercio di Catania, funziona in modo molto semplice: Sicanex è equivalente all’euro come misura del valore (1SCN=1 EUR) ed è l’unità di conto interna alle imprese che si iscrivono al circuito. Ecco quali sono le sue peculiarità: in primo luogo è “complementare” perché si affianca al denaro e genera un reddito che non si sostituisce, ma va a sommarsi a quello generato dalle normali vendite; è “locale” perché agisce all’interno di un circuito di imprese che operano in un territorio ben definito: la Sicilia. Una nuova spinta per tutte quelle potenzialità inespresse che popolano la nostra città e la nostra Isola. I soldi “a km zero” non tintinnano ma hanno un valore, ancora più grande di quello meramente finanziario: tutti guadagnano e nessuno resta solo. Perché la fiducia reciproca incoraggia l’economia e la finanza etica diventa motore di network operosi: e il baratto diventa un business tutto da sperimentare.
Assia La Rosa

http://http://www.sicanex.net/

Annunci

Un commento Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...