Maskins, quando l’hi tech sposa il design

Immagine
I fondatori di Maskins

Storie di chi si sbraccia per tuffarsi in un’avventura imprenditoriale tutta da vivere. Storie di chi non si abbandona alle correnti del mercato del lavoro, che oggi ti trascinano in un vortice che risucchia il futuro e con esso anche ogni speranza. Storie di chi si reinventa e poi viene premiato con un’idea creativa che vale la pena coltivare. Lui si chiama Alessio Mavilia, ha 27 anni e una laurea di Economia in tasca.
Da muratore a idraulico a imbianchino, «il mio motto – ci tiene a sottolineare – da sempre è stato “intraprendere ogni strada pur di poter guadagnare”, con la speranza di trovare uno  sbocco migliore». Nella vita, infatti, ha fatto di tutto per rendersi indipendente e camminare con le proprie gambe. E oggi che i muscoli se li è fatti ha iniziato a correre. Come? Tutto è cominciato un anno fa, quando «dopo aver fatto marketing di me stesso», girovagando sul web: “Eureka”. Fiutata la tendenza – la diffusione a macchia d’olio di iPhone, iPod,  iPad e affini – che rappresenta ormai anche un must tecnologico, ha pensato bene di specializzarsi nella produzione di skin (custodie che riparano i gioielli hi tech da graffi e urti).

«La nostra missione è interpretare il bisogno che molti hanno di personalizzare in maniera creativa il mondo che li circonda – spiega il giovane – oggi le nuove generazioni, infatti, amano rendersi riconoscibili dai dettagli. Ecco perché abbiamo pensato di unire l’utile al dilettevole, offrendo la praticità delle skin adesive alla creatività di artisti che fanno parte del circuito indipendente».
Il primo a credere al progetto è stato il papà di Alessio, dirigente in pensione, che ha investito i suoi risparmi in quella che ha reputato essere un’idea vincente. Il secondo (socio al 50%) è stato il fratello Luca, 33 anni, laureato in Scienze Biologiche ed esperto in informatica, anche lui disoccupato e in cerca di una prospettiva migliore. Così insieme hanno creato un vero e proprio brand (Maskins.com) che si occupa di progettazione grafica volta alla personalizzazione degli oggetti hi tech a noi più cari, con l’obiettivo di dare “una pennellata di colore – si legge nel sito – al grigiore della quotidianità” ormai massificata secondo le regole della globalizzazione imperante, e contestualmente di rendere impermeabile telefonini e annessi, proteggendoli dalla frenesia di ogni giorno. «L’investimento iniziale non è stato indifferente – continua Alessio – ci sono voluti infatti circa 100mila euro per acquistare sia il software che permette – nel sistema e-commerce – di caricare l’immagine dal pc dell’utente e di posizionarle sulle sagome dei dispositivi per avere una proiezione del prodotto finito; sia i macchinari che consentono di tagliare e incidere il pvc adesivo con il nostro plotter. Il tutto, non solo per i prodotti Apple, ma anche per portatili, notebook, Nintendo Wii Xbox, Sony Playstation, PSP e via dicendo. Abbiamo chiesto e ottenuto dalla Regione, il contributo di 25mila euro per le imprese artigiane – metà a fondo perduto e metà a tasso agevolato – così il nostro sogno ha potuto presendere il volo». Un’avventura imprenditoriale cominciata diversi mesi fa, che ha richiesto un lavoro preparatorio abbastanza lungo e che è sbarcato online proprio la scorsa settimana: «In pochissimo tempo abbiamo già ricevuto quasi 200 richieste – continua il giovane imprenditore – siamo nella delicata fase di start up che per noi rappresenta il banco di prova» per un progetto sperimentale che in Italia non conta grande concorrenza. Per lanciare l’idea, ovviamente il mezzo principe è stato quello rappresentato dai social network: un’azienda nata sul web, non può che vivere sull’onda del web.

Assia La Rosa

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...